Come in quota…così in terra!

Riconoscimento formazione pregressa e aggiornamenti 

Il 12 marzo 2015 è scaduto il termine per l’adeguamento della formazione sull’uso in sicurezza delle attrezzature di lavoro previsto dall’Accordo Stato Regioni 22 febbraio 2012. A partire da tale termine, i lavoratori dovranno essere in regola con l’abilitazione prevista e non potranno più vedersi riconosciuta la formazione pregressa.

L’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, entrato in vigore il 12 marzo 2013, ha introdotto regole precise per la formazione all’uso in sicurezza di una serie di macchinari ritenuti particolarmente pericolosi e per i quali la norma impone l’acquisizione di una specifica abilitazione e fissa contenuti e procedure per l’ottenimento della stessa, oltre ad individuare i soggetti che possono erogare tale formazione.

L’elenco dei macchinari è composto da:

  • Piattaforme di Lavoro Mobili Elevabili (PLE),
  • Gru a torre, Gru mobili
  • Gru per autocarro
  • Carrelli elevatori
  • Trattori agricoli e forestali
  • Macchine movimento terra e Pompe calcestruzzo.

Il termine entro il quale adeguarsi alle nuove regole è stato fissato in 24 mesi dall’entrata in vigore dell’Accordo e quindi la scadenza è avvenuta il 12 marzo 2015.

Il legislatore ha voluto però venire incontro alle aziende dando la possibilità di riconoscere valore alla formazione specifica effettuata fino a quel momento ad opera del datore di lavoro dando indicazioni, al punto 9 dell’Allegato A dell’Accordo, delle modalità per il “riconoscimento della formazione pregressa”. Così ha fissato dei parametri secondo cui considerare e “tenere buono” quanto fatto in passato secondo il seguente schema:

a)    Corsi di formazione di durata complessiva non inferiore a quella prevista dall’Accordo, con modulo teorico e modulo pratico e verifica dell’apprendimento: validità fino al 12 marzo 2018 (5 anni dall’entrata in vigore dell’Accordo);

b)    Corsi di formazione dotati di parte teorica e parte pratica ma di durata inferiore a quella prevista dall’Accordo: obbligo di frequentare un corso di aggiornamento di 4 ore entro il termine del 12 marzo 2015 (entro 24 mesi dall’entrata in vigore);

c)    Corsi di formazione di qualsiasi durata non completati da verifica finale dell’apprendimento: obbligo di frequentare un corso di aggiornamento di 4 ore corredato da verifica finale di apprendimento entro il termine del 12 marzo 2015.

Pertanto i lavoratori di cui ai punti b) e c) che non abbiano adempiuto all’obbligo di aggiornamento entro il 12 marzo 2015 non potranno più vedersi riconosciuta la formazione pregressa e dovranno, per essere a norma, frequentare un corso di formazione completo ai sensi dell’Accordo Stato Regioni 22 febbraio 2012.

Il sistema di abilitazione all’utilizzo delle attrezzature di lavoro previsto dall’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012 è pienamente funzionante  e non dovrebbero tardare a prodursi gli effetti positivi in termini di prevenzione infortuni ed effettività della sicurezza sui luoghi di lavoro.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter