Prorogata la dichiarazione dei redditi e la conservazione digitale

Come ben sappiamo, la conservazione digitale dei documenti informatici di natura fiscale -tributaria deve essere eseguita entro il terzo mese successivo dal termine di presentazione delle dichiarazioni dei redditi.

Recentemente è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 luglio 2017, che ufficializza la proroga per la presentazione telematica delle dichiarazioni al 31 ottobre 2017, proroga che riguarda le dichiarazioni dei redditi, dell’Irap e il modello 770 (Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28 luglio 2017).

Quindi in pratica si allunga di un mese, passando dal 30 settembre al 31 ottobre, il termine per la presentazione delle dichiarazioni annuali dei Redditi per l’anno 2016; dichiarazioni che interessano persone fisiche, società di persone, studi associati e società di capitali con esercizio che coincide con l’anno solare.

La conseguenza è che la scadenza per la conservazione digitale dei documenti informatici relativi al periodo d’imposta 2016 risulta automaticamente prorogata di un mese, dal 31 dicembre 2017 al 31 gennaio 2018.

Ricordiamo infatti che la normativa in materia, contenuta nell’articolo 3, comma 3, del D.M. 17.06.14 (che rinvia all’articolo 7, comma 4-ter, del D.L. n. 357/1994) stabilisce che la conservazione dei documenti informatici, ai fini della rilevanza fiscale, deve essere eseguita entro il terzo mese successivo al termine di presentazione delle dichiarazioni annuali.

Solo qualche mese fa l’interpretazione di questa disposizione aveva fatto ritenere a molti che la scadenza di conservazione dei documenti rilevanti ai fini IVA seguisse la dichiarazione IVA, mentre per i documenti rilevanti ai fini dei redditi tale scadenza fosse legata alla dichiarazione dei Redditi, andando di conseguenza verso lo sdoppiamento dei termini per la conservazione. Ma con la risoluzione n. 46/E del 10 aprile 2017 l’Agenzia delle Entrate aveva fatto chiarezza in merito, ribadendo che il termine per la conservazione digitale di tutti i documenti di natura fiscale coincide con il terzo mese successivo al termine per la presentazione della dichiarazione annuale dei redditi.

 

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter