Ripartiamo, per SICUREZZA, con una checklist

Per questo 2016, da poco iniziato, che si prospetta ricco di attività e proposte, vogliamo ripartire facendo una check list di adempimenti a cui tutte le aziende che hanno in forza dei lavoratori dipendenti sono chiamate a far fronte.

Lo scopo è quello di garantire la chiara individuazione e l’agevole reperimento delle informazioni sui principali obblighi e sui relativi adempimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs.81/2008 e successive modifiche ed integrazioni:

  • Documento di Valutazione dei Rischi conforme ai requisiti dell’art.28 D.Lgs. 81/2008 e redatto entro 90 giorni dall’inizio dell’attività.La validità dell’autocertificazione della valutazione dei rischi redatta nelle aziende fino a 10 lavoratori è stata fissata fino al 31/05/2013. Dal 31 maggio 2013, le aziende che occupano fino a 10 lavoratori, effettuano/rielaborano la valutazione dei rischi sulla base delle procedure standardizzate di cui all’articolo 6,comma 8, lettera f) recepite dal Decreto Interministeriale del 30/11/2012 pubblicato nella G.U. n 285 il 06/12/2012. Possono effettuare la valutazione dei rischi sulla base delle procedure standardizzate anche le aziende che occupano fino a 50 lavoratori.
  • Nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e, nel caso di assunzione diretta dei compiti del RSPP da parte del datore di lavoro (DLSPP), lo svolgimento dell’apposito corso di formazione ai sensi dell’art. 34 DLgs.81/2008 e dell’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 in base al settore di rischio associato al settore ATECO 2002-2007 di appartenenza così come indicato nell’Allegato II del citato Accordo.Il monte ore di formazione da frequentare è individuato come segue:
    – Basso rischio: 16 ore;
    – Medio rischio: 32 ore;
    – Alto rischio: 48 ore.La formazione del RSPP deve essere aggiornata ogni 5 anni; la scadenza per l’aggiornamento della formazione effettuata prima dell’11/01/2012 è fissata per l’11/01/2017.
  • Designazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) / Formazione del RLS al corso specifico di 32 ore / Comunicazione del nominativo del RLS all’INAIL. La formazione del RLS deve essere aggiornata annualmente nelle aziende con più di 15 lavoratori (4 ore per aziende fino a 50 dipendenti, 8 ore per quelle con più di 50) e a cadenza triennale nelle aziende sotto questo numero dei lavoratori.In generale, il numero di R.L.S. è di:
    – 1 in Aziende che occupano fino a 200 lavoratori;
    – 3 in Aziende che occupano da 201 a 1000 lavoratori;
    – 6 in Aziende che occupano oltre 1000 lavoratori.
  • Devono essere effettuati i corsi di Formazione generale e di formazione specifica in materia di salute e sicurezza sul lavoro per tutti i lavoratori come da art. 36 e 37 del D.Lgs.81/08 e da Accordo Stato Regioni del 21/12/2011. La durata minima dei corsi per i lavoratori è di 4 ore di formazione generale + 4 ore di formazione specifica per il rischio basso, 8 ore per il rischio medio e 12 ore per il rischio alto
  • Devono essere nominati e formati con i corsi specifici gli addetti all’Antincendio e al Primo Soccorso (per ogni ambiente di lavoro dell’attività) per i quali è previsto l’aggiornamento a cadenza triennale.
  • Nomina del medico competente, nei casi previsti dalla legge o dalla valutazione dei rischi.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter